L'Europa musicale: Stefano Barneschi, Riccardo Doni @ Chiesa di San Luca, Genova [15 giugno]

L'Europa musicale: Stefano Barneschi, Riccardo Doni


14
15
giugno
17:30 - 20:00

 Pagina di evento
Chiesa di San Luca
Piazza San Luca, 80014 Genova, Italy
GOG Giovine Orchestra Genovese
in collaborazione con Fondazione Spinola
«L'Europa musicale»
Genova, Parrocchia Gentilizia di San Luca
Venerdì 15 giugno, ore 17:30
Ingresso libero
Stefano Barneschi violino
Riccardo Doni clavicembalo

Georg Friedrich Händel
Sonata in re maggiore HWV 371 per violino e basso continuo
Johann Sebastian Bach
Sonata in la maggiore BWV 1015 per violino e cembalo obbligato
Antonio Vivaldi
Sonata in re minore op. 2 n. 3 èper violino e basso continuo
Antonio Veracini
Sonata I op. 2 All'illustrissimo Sig. Clement Vitali per violino e basso continuo
Arcangelo Corelli
Sonata XII op. 5 «Follia» per violino e basso continuo
La musica strumentale ha affrontato tra il XVI e il XVII secolo una grande serie di cambiamenti legati tanto all’evoluzione nella costruzione degli strumenti quanto allo sviluppo della funzione sociale della musica stessa.
Su tutto si elevava una autentica e dotta discussione intorno allo stile nazionale del comporre. Certamente in Italia si è consolidata la tecnica del basso continuo, dell’Oratorio, della Cantata e della Sonata Barocca, ma soprattutto del Concerto. Già il termine Concerto fa pensare da un lato a mettere insieme, concertare,
dall’altro a rivaleggiare, dove in quel tempo, il solo non era considerato predominante e il tutti relegato al semplice ruolo di accompagnatore, ma entrambe le parti erano concepite dialoganti o al limite rivaleggianti in quantità sonora.
I compositori dell’epoca, ad esempio, non indicavano la dinamica o il colore delle sonorità previste nei due differenti momenti della loro creazione. Nei numerosi trattati scritti da studiosi o compositori di quel tempo sono stati elencati sistemi di distribuzione dell’importanza di alcune singole note all’interno delle frasi, mai però criteri dinamici predefiniti, come suonare forte il tutti e piano il solo. In Francia l’influenza della musica italiana fu molto evidente, segnata anche dalle nomine di compositori di corte provenienti dall’Italia.
Uno su tutti fu Jean Baptiste Lully, fiorentino di nascita e naturalizzato francese. Le relazioni tra i principali compositori coinvolgevano ovviamente anche Johann Sebastian Bach, probabilmente il più grande di tutti per noi oggi.
Bach era guardato con ammirazione o con severità a causa dello stile personalissimo nel comporre. Bach non lasciava all’interprete spazi dal punto di vista dell’improvvisazione, la sua musica era composta anche nelle parti ornamentali, là dove quasi tutti lasciavano libertà agli esecutori nell’aggiungere con propria fantasia note in grado di abbellire le melodie composte.
Questi gusti musicali si integrarono col passare del tempo e contribuirono in modo assai rilevante alla costruzione di un pensiero musicale sempre meno identificabile in senso nazionalistico e dunque più Europeo.
Stefano Barneschi ha studiato alla Civica Scuola di Musica di Milano con Carlo De Martini, diplomandosi nel 1991; in questo stesso anno entra a far parte dell’ensemble di musica antica Il Giardino Armonico di cui è primo violino e con il quale si è esibito nei più qualificati festival e nelle più importanti stagioni concertistiche nazionali ed internazionali accanto ad artisti del calibro di Isabelle Faust, Viktoria Mullova, Giuliano Carmignola, Christophe Coin, Giovanni Sollima, Cecilia Bartoli, Anna Prohaska. Intensa è inoltre la sua attività concertistica alla guida di altri gruppi quali La Scintilla, l'Orquesta Barroca de Sevilla, L’Accademia Giocosa, I Barocchisti di Diego Fasolis, Il Pomo d'Oro, l’ensemble Claudiana di Luca Pianca, La Divina Armonia, nonchè in formazioni cameristiche quali La Gaia Scienza con cui ha inciso i trii per fortepiano di Schubert, il quartetto op. 47 e il quintetto op. 44 per pianoforte di Schumann, il quartetto op. 60 e il quintetto op. 34 per pianoforte di Brahms. Ha collaborato in qualità di spalla con la Mahler Chamber Orchestra diretta da Daniel Harding, con la Antwerp Symphony Orchestra diretta da Philip Herrewege e con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta da Diego Fasolis. Ultimamente è stato invitato come konzertmeister dalla Kammerorchesterbasel. Ha inciso per Teldec, Decca, Naïve, Deutsche Harmonia Mundi, Winter&Winter, Passacaille, Amadeus e numerose altre etichette. Suona un violino Giacinto Santagiuliana del 1830. Nato a Milano nel 1965, Riccardo Donisi è diplomato in organo e composizione organistica presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma sotto la guida di Lorenzo Ghielmi. Successivamente si è diplomato in organo nella classe di Jean Claude Zehnder presso la Schola Cantorum di Basilea. Negli oltre 2500 concerti eseguiti come organista e clavicembalista ha suonato per importanti stagioni concertistiche in Italia e all’estero in veste di accompagnatore e solista. Dal 1994 è collaboratore stabile de Il Giardino Armonico di Milano, con il quale ha tenuto concerti nelle sale piú importanti del mondo. È clavicembalista dell’ensemble Imaginarium per l’esecuzione della musica vocale e strumentale italiana del ’600 e del ’700. Dal 2008 suona in duo con il violinista Giuliano Carmignola con il quale ha tenuto concerti in alcune importanti sale europee. Dal 2010 è direttore musicale dell’Accademia dell’Annunciata, progetto dedicato alla formazione di un ensemble giovanile indirizzato alla prassi esecutiva barocca e classica. Con questo progetto ha dato vita a una serie di collaborazioni con importanti musicisti che hanno portato tra le altre cose alla registrazione dell’integrale dei sei Concerti op. 15 di Felice Giardini con Giuliano Carmignola. È stato docente presso i conservatori di Ferrara, Frosinone e Castelfranco Veneto. Ha registrato per Decca, Teldec, Decca, Zig Zag, Deutsche Harmonia mundi, Supraphon, Stradivarius, Naive, Amadeus, Sarx Records, Opus 111, Nichion, Musica Viva e Passacaille.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ Chiesa di San Luca:

L'Europa musicale: Marco Brolli, Francesco Baroni
Chiesa di San Luca

Eventi più atteso in Genova :

Yann Tiersen in concerto a Genova • Supernova Estate
Arena Del Mare
The Color Run Genova
Genova, Italy
Ombrelli Per Il Gaslini
CIV Sestiere Carlo Felice
Coez • Goa~Boa Festival / Genova / Porto Antico
Porto Antico di Genova
Regata Antiche Repubbliche Marinare e Corteo Storico - Genova
Genova, Italy
Villa Croce Summer Sound // w/Free Shots, Luke & The Lion & More
Museo Villa Croce
Kasabian live a Genova • 19 Luglio
Arena Del Mare
Liguria Pride 2018 - allerta rainbow -
Silent Disco al tramonto
Museo Villa Croce