Musica e Poesia @ La Passeggiata librocaffè, Genova [16 dicembre]

Musica e Poesia


82
16
dicembre
18:00 - 20:00

 Pagina di evento
La Passeggiata librocaffè
Piazza di Santa Croce 21r, 16128 Genova
Musica e Poesia
Dario Arkel, Davide Mocini, Simone Pansolin
Gli artisti:
Dario Arkel, scrittore, giornalista, autore teatrale e poeta, è docente di Pedagogia sociale presso l'Università di Genova. E' autore di numerosi saggi pedagogici di interesse sociale, spesso incentrati sulla figura e l'opera del grande medico e pedagogo ebreo-polacco Janusz Korczak. E' inoltre prolifico autore di opere narrative, tra le quali: «Fedele alla terra» (2008), «Avvolto nel cielo stellato» (2010), «Compendio« (2012),»Racconti di Genova" (2013), «La pazienza della notte» (2014), «Il clowndestino» (2016). Entro il 2017 è prevista l'uscita del suo ultimo testo «Di vento di verso», il quale, nel corso del tempo, è stato preceduto dai lavori poetici «La cenere non brucia» (1999), «Ritrovarsi a Esztergom» (2015) e il libretto dell'opera musicale «Muri di Cenere» per il 60° della Liberazione (2005).

Davide Mocini. «Il silenzio come punto di partenza. Ricordo ľestate del 2011, mi trovavo nelľoscurità di una spiaggia in Ecuador ascoltando il suono delle onde delľoceano pacifico. Ogni volta che un'onda si rompeva venivo sorpreso dal rumore assordante che produceva. Era come se il cielo precipitasse nel mare. Lo stesso anno stavo iniziando a suonare il liuto e a cercare il mio suono. Ho lasciato che ľoceano mi suggerisse ľidea, osservando ľimportanza del momento che precede ľinfrangersi delľonda. Era come se quelľattimo contenesse già la potenza delľistente successivo. Un altro elemento importante per la ricerca del mio suono era il tempo. Ogni epoca ha una relazione distinta con il silenzio. Nel rinascimento ľassenza di rumore come ľarrestarsi del canto delle cicale poteva creare una situazione di allerta maggiore di uno dei nostri antifurti. Così come il buio si ritrovava soffiando su una candela, alla fine dello stesso respiro si nascondeva il silenzio.»

Simone Pansolin si avvia giovanissimo agli studi musicali, diplomandosi in chitarra classica (Conservatorio «Paganini» di Genova) e conseguendo il Diploma Specialistico di II Livello (Conservatorio «Tartini» di Trieste) sotto la guida del M° F. Zigante, entrambi con il massimo dei voti e la lode. Vincitore di oltre 16 concorsi nazionali e internazionali — tra cui il 28° Concorso di Chitarra Ansaldi/Servetti di V. Mondovì — per anni si esibisce come chitarrista classico. Rivolge successivamente la sua attenzione alla musica antica, approfondendo lo studio dei liuti sotto la guida del M° M. Lonardi. Si dedica attualmente all'attività concertistica, sia come solista, sia come esecutore di basso continuo all'interno di formazioni cameristiche. Le sue collaborazioni più recenti includono l’Ensemble Il Terzo Suono, I Concerti Spirituali del Gonfalone, l’Ensemble El Melopeo, Il Concento, La Selva Armonica. Suona regolarmente in duo con il liutista genovese Davide Mocini.Ha conseguito il Diploma Accademico di Secondo Livello ad indirizzo didattico presso il Conservatorio «G. Tartini» di Trieste. E' insegnante di chitarra classica presso le scuole statali a indirizzo musicale. Alla musica affianca una personale ricerca riguardante la poesia. Ha all’attivo la pubblicazione di tre raccolte: Miniature (Sciascia Editore, 2009) curata dal professor F. Zangrilli, docente presso la City University of New York; Canti del Paroliere — o Voci dal Qohelet (Joker Editore, 2011); Transfert (Streetlib, 2017), premio della critica XII Premio Letterario internazionale «Voci — Città di Abano Terme». La critica dice di lui: «Composizioni troppo belle, di terribile verità, da mettere i brividi.» (F. Russo, in «Cultura e Prospettive»); «Una voce nuova, fuori dei canoni, una voce che fa riflettere, che accarezza l’immaginazione, che materializza l’essenza dell’uomo nell’universo.» (M. Carocci, in «Oubliettemagazine»); «sembra di assaporare piccoli quadri finemente dipinti, con sensazioni visive, uditive e tattili che sono un godimento e una sfida per l’immaginazione.» (C. S. Gnoffo, in «Il Bandolo»); «Una sensibilità d’animo di prim’ordine. […] Siamo convinti, convintissimi, che di lui sentiremo parlare, e non poco.» (F. Castellani, in «Poeti nella Società»).
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Genova :

Biagio Antonacci a Genova
105 Stadium
André Kertész. Un grande maestro della fotografia del Novecento
Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura
Camminata dei Babbi Natale!
Acquario di Genova
Stefano Bollani @ Teatro Carlo Felice
Teatro Carlo Felice
FIRST - February Edition
RDS Stadium Genova
La casa nel Medioevo. Via della Maddalena a Genova
Creamcafe
Nek Max Renga Tour
RDS Stadium Genova
New York Ska Jazz Ensemble at Centro Sociale Zapata, GE
Csoa Zapata
Sfiaccolata Natale 2017 - Luce della Pace di Betlemme
Genova, Liguria, Italy